Cos’è l’acatisia? Quali sono i sintomi e come evitarla

0
108
Cos'è l'acatisia? Quali sono i sintomi e come evitarla

L’acatisia è una condizione psicologica che fa sì che i pazienti abbiano un costante, travolgente bisogno di muoversi e agire. Questo si traduce in movimenti stereotipati e ripetitivi che aumentano l’ansia. 

L’acatisia appare sporadicamente in pazienti che sono trattati con farmaci antipsicotici o in pazienti che hanno una condizione preesistente che la causa. 

Alcuni pazienti possono sperimentare l’acatisia solo dopo aver ricevuto determinati farmaci, una condizione medica sottostante, o un problema di uso di sostanze.

L’acatisia è generalmente una condizione a breve termine che richiede una stretta supervisione per mantenere un sano equilibrio tra gli effetti negativi del farmaco e i benefici del trattamento. In alcuni casi, tuttavia, può degenerare e diventare un problema più serio.

L’acatisia è quando una persona si sente a disagio perché ha un bisogno irrefrenabile di muoversi e agire. Può sentirsi come se dovesse fare qualcosa e muoversi continuamente. L’acatisia può essere scomoda e spaventosa e persino sfociare in aggressività. 

Può essere un effetto collaterale a breve termine di alcuni farmaci, ma quando persiste e si ripete, potrebbe essere un segno di un problema di fondo più serio.

Cos’è l’acatisia?

acatasia

L’acatisia è un tipo di irrequietezza che fa sì che i pazienti vogliano muoversi, ballare, camminare, o altrimenti impegnarsi in comportamenti ripetitivi e stereotipati. 

Deriva da sentimenti di ansia o agitazione che non sono controllati, portando a un bisogno irrefrenabile di muoversi. Per esempio, qualcuno che sta sperimentando l’acatisia potrebbe sentirsi come se dovesse alzarsi, camminare, o impegnarsi in comportamenti più specifici, ripetitivi e stereotipati come strizzare le mani o picchiettare.

Alcune persone sperimentano un’acatisia lieve e di breve durata quando iniziano a prendere un farmaco come un antipsicotico (lista farmaci mutuabili), e i sintomi spesso si attenuano quando il farmaco fa effetto. 

Ma in alcuni casi, l’acatisia può persistere e ripresentarsi anche dopo l’assunzione dei farmaci. In questi casi, potrebbe essere un segno di una condizione medica sottostante più seria o di un problema di uso di sostanze.

Sintomi dell’acatisia

I sintomi più comuni dell’acatisia sono irrequietezza, ansia e desiderio di muoversi o di impegnarsi in comportamenti ripetitivi e stereotipati.

Le persone che sperimentano l’acatisia potrebbero sentirsi come se dovessero muoversi o impegnarsi in comportamenti ripetitivi e stereotipati come strizzare le mani o battere i piedi.

L’acatisia potrebbe anche essere accompagnata da insonnia, che fa sì che le persone diventino ancora più ansiose, agitate e irrequiete. In alcuni casi, le persone che sperimentano l’acatisia potrebbero anche sperimentare nausea, sudorazione, stordimento o vertigini.

Acatisia e farmaci antipsicotici

acatasia

L’acatisia è un sintomo di alcuni farmaci antipsicotici, specialmente quando vengono prescritti per la prima volta. Poiché la condizione è causata da sentimenti simili di ansia, le persone che la sperimentano spesso si sentono meglio quando sono in grado di alleviare questi sentimenti attraverso il movimento.

I pazienti spesso trovano che certe attività, come il camminare avanti e indietro, siano più semplici da fare rispetto ad altri tipi di movimento. Di conseguenza, potrebbero impegnarsi in comportamenti stereotipati e ripetitivi, come il camminare avanti e indietro, lo strizzare le mani o il picchiettare, che alleviano le loro sensazioni di ansia.

Questi sintomi di solito si placano quando il farmaco fa effetto, ma possono persistere quando il farmaco non funziona bene. In questi casi, potrebbe essere un segno di una condizione medica sottostante più seria o di un problema di uso di sostanze.

Acatisia e condizioni sottostanti

Alcune condizioni, come il morbo di Parkinson, possono causare una lieve acatisia innescando sentimenti di ansia o agitazione. Altre condizioni, come la malattia di Huntington, possono causare acatisia che persiste e si ripresenta dopo l’assunzione di farmaci.

L’acatisia è uno degli effetti collaterali più comunemente riportati dei farmaci antipsicotici.

Alcune condizioni mediche possono anche causare acatisia come sintomo della loro gravità. Queste includono, come già anticipato,  il morbo di Parkinson e la malattia di Huntington, così come condizioni più rare come la sindrome di Tourette (che causa movimenti incontrollabili e ripetitivi) e l’epilessia.

L’acatisia può anche derivare da alcune sostanze, tra cui l’uso di alcol e droghe, integratori alimentari come gli aminoacidi o integratori di ferro. In questi casi, potrebbe essere un segno di una condizione medica sottostante più seria o di un problema di uso di altre sostanze.

Acatisia nell’uso di alcol e droghe

L’acatisia spesso accompagna l’uso di alcol o altre droghe. Questo perché sostanze come l’alcol e le droghe aumentano le sensazioni di ansia, agitazione e nervosismo. 

I farmaci usati per trattare queste condizioni possono anche aumentare le sensazioni di ansia e agitazione, inducendo i pazienti a impegnarsi in comportamenti ripetitivi e stereotipati come camminare avanti e indietro, stringere le mani o picchiettare.

Quando le persone che soffrono di acatisia smettono di usare sostanze che causano maggiori sensazioni di ansia e agitazione, i loro farmaci spesso funzionano meglio, riducendo il loro bisogno di impegnarsi in questi tipi di movimenti ripetitivi.

L’acatisia come effetto collaterale di altre condizioni

L’acatisia oltre che derivare da alcune condizioni mediche, come la sindrome di Tourette e la malattia di Huntington, può anche derivare da alcune sostanze, come aminoacidi, integratori di ferro, o farmaci per neutralizzare l’acido dello stomaco (come i bloccanti dell’istamina). 

In questi casi, potrebbe essere un segno di una condizione medica sottostante più seria o di un problema di uso di integratori o altri farmaci.

Come prevenire l’acatisia durante l’assunzione di farmaci

I farmaci hanno effetti collaterali, come l’acatisia. Se i farmaci non funzionano bene, i pazienti dovrebbero discutere le loro opzioni con il medico  per cambiare farmaco o smettere di usarlo.

Se i farmaci stanno causando acatisia e i pazienti sono preoccupati che i loro farmaci causino effetti collaterali a lungo termine, possono parlare con i loro medici per cambiare i farmaci o smettere di usarli mentre i loro farmaci sono in prova o per uso off-label.

Le persone che soffrono di acatisia dovrebbero esercitare regolarmente per gestire i loro sintomi, dato che l’esercizio è un trattamento provato per l’ansia e l’agitazione.

Conclusione

L’acatisia è una condizione a breve termine che induce i pazienti a sentirsi irrequieti, ansiosi e come se dovessero muoversi o impegnarsi in comportamenti ripetitivi e stereotipati. 

Di solito è causata da sentimenti di ansia o agitazione che non sono controllati, portando a un bisogno irrefrenabile di muoversi.

L’acatisia può derivare da alcune condizioni mediche, sostanze o farmaci che non stanno funzionando bene. Può anche essere un segno di una condizione medica sottostante più seria o di un problema di uso di sostanze.

Se i farmaci non funzionano, i pazienti dovrebbero discutere le loro opzioni per cambiare i farmaci o smettere di usarli.

Esercitarsi regolarmente per gestire i sintomi dell’acatisia, poiché l’esercizio è un trattamento provato per l’ansia e l’agitazione.

Leggi anche:

(Le informazioni che si trovano in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in tutti i casi, di consultare sempre il parere di un medico o di uno specialista).

Non perderti le novità Carinsi! Inserisci la tua email qui sopra, metti la spunta alle Condizioni e clicca il pulsante "Sign up".

SOSTIENI CARINSI.IT