Come creare un sito web: La guida definitiva per i principianti

0
157

Può sembrare scoraggiante e frustrante cercare di capire come creare il proprio sito web. Ma in realtà, non è così difficile come può sembrare. Ci sono molti strumenti che rendono il processo semplice e diretto, e non c’è bisogno di alcun software costoso o di una laurea in programmazione informatica. In questa guida definitiva ti insegneremo tutto quello che devi sapere su come creare il tuo sito web e commercializzarlo online. Inizieremo con le basi, come ad esempio cos’è un nome di dominio, come impostare l’hosting e cos’è il SEO? Da lì andremo più avanti con argomenti come come scegliere il giusto CMS per il mio business, quale piattaforma dovrei usare per il mio blog e come monetizzare il mio sito? Inoltre, discuteremo anche di cose come l’ottimizzazione dei social media (SMO), le campagne di email marketing, le migliori pratiche di blogging e molto altro. Speriamo che questa guida ti aiuti a rispondere ad alcune delle tue domande su come creare un sito web.

Cos’è un nome di dominio?

Un nome di dominio è l’indirizzo del tuo sito web. È quello che le persone digitano nel loro browser per arrivare al tuo sito. Per esempio, se hai un sito web a “www.carinsi.it”, allora avresti il nome di dominio di “www.carinsi.it”.

Fin qui tutto semplice, no?

Come impostare l’hosting?

creare un sito web

Uno dei primi passi per creare un sito internet è quello di impostare l’hosting.

Questa operazione può essere fatta con diversi provider, ma il più semplice da utilizzare è proprio wordpress.org, che ti permette di registrare un dominio (per esempio, www.ilmionuovissimositointernet.it) e assegnargli un hosting gratuitamente senza alcun obbligo di acquistare ulteriori servizi.

Una volta completata la procedura di registrazione del tuo dominio, dovrai accreditargli il valore prestabilito (1 anno), che rappresenta la cifra totale da pagare per gestire i tuoi dati e renderti disponibile sul web tramite il tuo fornitore di hosting.

Video Come creare un sito web: da Youtube

Cos’è la SEO?

La SEO, o ottimizzazione dei motori di ricerca, è un processo che aiuta i siti web a posizionarsi più in alto nei motori di ricerca aumentando il numero di visitatori che ricevono. Questo può essere realizzato attraverso la ricerca di parole chiave, la creazione di contenuti di qualità e la costruzione di backlink di alta qualità al tuo sito.

Scegliere il giusto CMS per il tuo business

Come per la maggior parte delle cose, c’è un sacco di discussione in termini di quale CMS dovresti usare per il tuo business. Un CMS è un sistema di gestione dei contenuti che aiuta a organizzare e gestire il contenuto del tuo sito web. Fornisce anche un modo semplice per aggiornare il contenuto e il design del tuo sito senza bisogno di sapere come codificare.

Quale CMS sceglierete dipenderà in gran parte dal tipo di sito web che state creando e dalle esigenze del tuo business. Per esempio, se stai cercando di creare un blog, allora WordPress o Blogspot potrebbero essere perfetti per te. Se stai cercando di creare un sito di e-commerce, allora Shopify o BigCommerce potrebbero essere più appropriati. E se sei interessato a creare un sito di portfolio professionale, allora Squarespace sarebbe meglio.

Scegliere la piattaforma giusta per il tuo blog

Uno dei primi passi per far funzionare il tuo blog è scegliere la piattaforma giusta. Ci sono molte opzioni là fuori, quindi può essere difficile capire quale sia la migliore per te.

Ma prima di iniziare con tutte le potenziali piattaforme, parliamo di quello che stai cercando in una piattaforma di blog. Che cosa hai bisogno che faccia il tuo blog? Vuoi che sia puramente informativo, o hai intenzione di bloggare su aspetti personali della tua vita? Hai bisogno di un sito semplice dove i visitatori possono leggere i post ma non commentarli? Vuoi caricare contenuti video? Hai bisogno di monetizzare con annunci o link di affiliazione?

Sapere cosa vuoi dal tuo blog ti aiuterà a restringere le piattaforme che potrebbero funzionare per le tue esigenze. Quindi prenditi un po’ di tempo e pensa a quali caratteristiche sono più importanti e poi esplora queste opzioni in modo più dettagliato.

Leggi anche: come fare soldi?

Monetizzare il tuo sito

Dovresti monetizzare il tuo sito aggiungendo annunci al tuo sito al fine di generare entrate e fare soldi. Uno dei modi più popolari per monetizzare un sito web è attraverso la pubblicità pay-per-click (PPC). È possibile utilizzare Google Ads per avviare una campagna PPC che si rivolge al pubblico desiderato. Questo tipo di pubblicità è ottimo perché permette all’inserzionista di creare un budget e impostare un tetto di spesa giornaliero su quanto è disposto a spendere in annunci al giorno e a te di guadagnare mostrandoli nel tuo sito. Un altro modo per monetizzare il tuo sito è con la pubblicità display, che ospita annunci di terze parti sul tuo sito web e ti paga per impressioni (visualizzazioni), clic o conversioni (vendite). Più alto è il tasso di conversione, più soldi guadagnerai. Un terzo modo è il marketing di affiliazione, che significa diventare un affiliato per una società e promuovere i loro prodotti o servizi attraverso link sul tuo sito web.

Leggi anche: scopri il nuovo Frecciarossa Milano Parigi.

Ottimizzazione dei media sociali (SMO)

L‘ottimizzazione dei social media è un tipo di marketing online che comporta la promozione di un sito web o del suo contenuto sulle piattaforme dei media sociali. SMO può essere inestimabile per le piccole imprese che vogliono promuovere i loro prodotti, servizi e/o post di blog. È uno dei modi migliori per connettersi con i potenziali clienti e tenerli impegnati nel tuo marchio molto tempo dopo che hanno lasciato il tuo sito.

Con SMO, dovrete prima assicurarvi che la vostra azienda abbia una presenza attiva sui siti di social media come Facebook, Twitter, LinkedIn e Instagram. Dovrete poi considerare cosa state cercando di promuovere e come le persone lo troveranno su questi siti. Per esempio, se la tua azienda vende cibo per cani, potresti voler postare su una pagina Facebook che si rivolge ai proprietari di cani o twittare su di essa usando #dogfood.

Campagne di email marketing

Le campagne di email marketing sono un ottimo modo per rimanere in contatto con il tuo pubblico, ma dovresti essere attento a quanto spesso le invii. Inviate email troppo spesso e le persone inizieranno a sentirsi spammate, e si cancelleranno dalla vostra lista.

Con l’email marketing, è meglio segmentare il contenuto in diverse categorie. Per esempio, se stai scrivendo un’email che chiede alle persone di iscriversi alla tua newsletter, non includere un annuncio che chiede loro di comprare qualcosa. Questo infastidirà solo i tuoi iscritti e li renderà meno propensi all’acquisto o a seguire ciò che stai chiedendo loro. Volete mantenere il vostro contenuto il più rilevante e utile possibile in modo che le persone vorranno seguire ciò che chiedete loro la prossima volta.

Se offrite prodotti o servizi, assicuratevi che offrano valore in termini di risoluzione di un problema o di rendere la vita più facile al vostro cliente. Questo è il motivo per cui è importante creare contenuti rilevanti – non solo materiale promozionale per tutto il tempo.

Le migliori pratiche di blogging per i principianti

Scegliere il giusto sistema di gestione dei contenuti (CMS) per le tue esigenze di blogging è importante. I sistemi di gestione dei contenuti sono utili perché rendono facile per voi creare e modificare le pagine, caricare immagini e video, sindacare i feed RSS, e altro ancora. Per esempio, con WordPress puoi avere un blog su un sito web ma usarlo anche per gestire il tuo sito di e-commerce.

Non importa quale CMS scegliete, ci sono alcuni elementi essenziali che dovreste conoscere sulle migliori pratiche di blogging per avere successo. Prima di tutto, blogga regolarmente! Per far crescere un pubblico e aumentare il traffico verso il vostro sito, è necessario pubblicare costantemente contenuti freschi che la gente vuole leggere. Dovrai anche assicurarti che i tuoi post siano correttamente ottimizzati per essere trovati dai motori di ricerca come Google. L’ottimizzazione è un processo che include cose come scrivere titoli che le persone troveranno interessanti o mettere parole chiave nella meta descrizione in modo che i motori di ricerca capiscano di cosa tratta il tuo post sul blog.

È anche importante che quando scrivete un nuovo post vi colleghiate a qualsiasi altro articolo rilevante sul vostro sito nella pagina in cui si trova il nuovo post – questo aumenterà il page rank per quegli articoli passati che li aiuterà a posizionarsi più in alto nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERPS). Infine, se nessuno di questi argomenti suona bene, non preoccupatevi! Ci sono un sacco di argomenti incredibili là fuori, tra cui come iniziare un blog da zero o 10 strumenti migliori per creare siti web senza codice. Tutti questi argomenti sarebbero ottimi post!

Leggi anche: quanto costa una settimana di vacanza a Cuba?

Non perderti le novità Carinsi! Inserisci la tua email qui sopra, metti la spunta alle Condizioni e clicca il pulsante "Sign up".

SOSTIENI CARINSI.IT