Quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese?

0
115
Quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese?

Sapere quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese è una domanda che tanti clienti di Posta Italiane si pongono ogni qual volta devono prelevare una somma di denaro dal proprio conto BancoPosta. Se anche tu ti sei posto la domanda di cui sopra, allora troverai interessanti le prossime righe dove cercheremo di capire insieme se esistono limiti al prelievo, in quali casi e di quanto.

È probabile inoltre che tu abbia recentemente aperto un conto BancoPosta e adesso ti trovi per la prima volta a fare un prelievo più o meno consistente. Anche in questo caso ti spiego nel dettaglio quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese. Considera che il limite del contante in Italia viene cambiato periodicamente in base al governo in carica, con quello Meloni ad esempio si è alzato fino a 5.000 €, ma il limite all’uso del contante non è la stessa definizione del limite al prelievo dei propri contanti detenuti presso banca o BancoPosta.

Questo non significa che si possono sempre prelevare tutti i soldi che si vogliono dal BancoPosta al mese. Quindi nelle prossime righe vedremo a quanto ammontano i limiti mensili di prelievo dal BancoPosta e cosa fare per gestire al meglio i propri contanti da prelevare. Non perdiamo tempo e iniziamo subito con questa guida molto importante.

 Quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese: ci sono limiti?

Sapere quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese è una domanda che tanti clienti di Posta Italiane si pongono ogni qual volta devono prelevare una somma di denaro dal proprio conto BancoPosta. Se anche tu ti sei posto la domanda di cui sopra, allora troverai interessanti le prossime righe dove cercheremo di capire insieme se esistono limiti al prelievo, in quali casi e di quanto.

È probabile inoltre che tu abbia recentemente aperto un conto BancoPosta e adesso ti trovi per la prima volta a fare un prelievo più o meno consistente. Anche in questo caso ti spiego nel dettaglio quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese. Considera che il limite del contante in Italia viene cambiato periodicamente in base al governo in carica, con quello Meloni ad esempio si è alzato fino a 5.000 €, ma il limite all’uso del contante non è la stessa definizione del limite al prelievo dei propri contanti detenuti presso banca o BancoPosta.

Questo non significa che si possono sempre prelevare tutti i soldi che si vogliono dal BancoPosta al mese. Quindi nelle prossime righe vedremo a quanto ammontano i limiti mensili di prelievo dal BancoPosta e cosa fare per gestire al meglio i propri contanti da prelevare. Non perdiamo tempo e iniziamo subito con questa guida molto importante.

 Quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese: ci sono limiti?

Quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese: ci sono limiti?

Bisogna specificare che esistono diversi tipi di conto BancoPosta e di libretti postali dove un cliente può tenere i propri soldi. Ma cosa succede se si decide di prelevare dal BancoPosta, ci sono dei limiti? Per prelevare dal conto BancoPosta non sono previsti limiti fin quanto sono presenti i soldi che si chiede di prelevare.

Non esistono regole specifiche che prevedono alcun limite al prelievo mensile dei propri soldi dal conto BancoPosta. Per prelevare i soldi sarà però necessario avere o una carta bancomat con cui prelevare dal Postamat oppure presentarsi direttamente allo sportello. Ecco, per quanto riguarda le modalità di prelievo esistono dei limiti giornalieri e mensili. Vediamo di cosa si tratta.

Quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese: dal Postamat e allo sportello

I titolari di un conto BancoPosta muniti di bancomat possono richiedere i propri soldi direttamente dallo sportello automatico esterno, chiamato Postamat, per un limite giornaliero di prelievo pari a 600 € e un massimo mensile di 2500 € sia in Italia che all’estero, a patto che siano presenti i soldi nel conto ovviamente. 

Per ricapitolare, i limiti di prelievo BancoPosta da carta postamat sono:

  • 600 euro al giorno dagli ATM Postamat e bancomat in Italia e all’estero;
  • 2.500 euro al mese dagli ATM Postamat e bancomat in Italia e all’estero;

C’è da dire inoltre che non tutti i conti BancoPosta sono uguali. Pertanto alcuni potrebbero avere dei limiti diversi dagli altri quindi se si hanno dei dubbi su alcune operazioni di prelievo di contanti è sempre bene controllare i limiti all’interno dell’App BancoPosta o parlando direttamente con l’ufficio Postale.

Mentre per i possessori di carta Postepay i limiti di prelievo sono ben diversi e vanno dai 150 euro ai 600 euro al giorno (in base alla tipologia di carta che si possiede) fino ad un massimo di 1000/18600 euro al mese. I dati sono aggiornati alla data di scrittura dell’articolo.

Adesso analizziamo anche i limiti di prelievo allo sportello del conto BancoPosta. Se si va di persona allo sportello postale a prelevare dei contanti il limite è generalmente di 10.000 euro al mese o anche al giorno, dipende dai casi specifici. Se si ha bisogno di più contanti l’operatore ha la facoltà di richiedere la compilazione di un apposito modulo in cui vanno indicate le motivazioni del prelievo. Dopodiché spetterà al responsabile della filiale decidere se sia il caso o meno di fare una segnalazione.

Quindi non ci sono limiti al prelievo in contanti dal conto BancoPosta a livello mensile. Certo, se si decide di ritirare tutti i soldi che sono nel conto, se sono molti, è più alto il rischio di venire in contro a dei controlli di carattere finanziario dagli enti competenti. Tuttavia è nella facoltà del cittadino ritirare i propri risparmi. 

In alcuni casi, se si tratta di cifre grosse potrebbero non essere disponibili tutti i soldi in filiale, pertanto il prelievo andrebbe prenotato in modo da compilare tutti i documenti burocratici necessari e dare il tempo ai soldi di “arrivare” all’ufficio Postale.

Quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese se si è un’azienda

In caso di aziende e imprenditori anche individuali esistono dei limiti ben precisi di prelievo giornaliero e mensile dal BancoPosta aziendale. Questi limiti sono posti in essere per contrastare l’evasione fiscale e se vengono superati si incorre in un controllo che generalmente consiste in una richiesta di spiegazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Detto questo conviene sempre chiedere alle Poste la tabella con tutti i limiti di prelievo aziendale. Quanto si può prelevare dal BancoPosta al mese se si è un’azienda dipende anche dal tipo di carta Postamat posseduta. Alcune carte consentono un prelievo giornalieri massimo di 150/600 euro fino ad un mensile di 18.600 euro. Recandosi allo sportello in alcuni casi come la carta Postamat Versione 3 non sono previsti limiti precisi, se non la disponibilità presente nel conto. 

Spetta poi al responsabile della filiale identificare i casi sospetti di prelievo di contante che possono poi passare all’attenzione degli Enti e delle Autorità competenti sotto segnalazione. 

Come modificare limiti di prelievo BancoPosta

Se questi limiti di prelievo per il proprio conto BancoPosta non sono considerati sufficienti dal cliente è sempre possibile modificarli andando nella sezione Le mie carte, da dove si può modificare il limite di prelievo di contanti del Postamat e delle altre carte eventualmente possedute.

Limiti di prelievo BancoPosta: come gestire i contanti

prelievo
Prelievo ATM

Terminiamo questo articolo con alcuni consigli utili sui limiti di prelievo BancoPosta e su come gestire i contanti. Si consiglia di non tenere troppi contanti in casa, sia per la possibilità che i soldi vengano rubati sia per l’usura e la scarsa possibilità di spendere un’eccessiva quantità di denaro in forma liquida.

È sempre legittimo ritirare i propri contanti, nella quantità che si desidera, dalla banca o dal BancoPosta. Per questo abbiamo visto come attualmente non esistono limiti veri e propri al prelievo. Se uno ha bisogno di prelevare cifre anche consistenti può sempre farlo allo sportello. Certo, se non si riesce a motivare per bene l’operazione di prelievo di contanti dal BancoPosta si può andare incontro a controlli o segnalazioni agli enti competenti.

Quindi bisogna sempre valutare bene se ritirare i propri contanti, in che misura ritirarli e con che motivazione, se viene richiesta. In questo articolo abbiamo visto quali sono i limiti di prelievo BancoPosta  soprattutto riguardanti le operazioni dall’ATM e con le varie carte Postepay.

Potrebbe interessarti anche: come annullare un bonifico BancoPosta?